eventi
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

giovedì 7 settembre 2017


Toscana, Etruria Royal Fruit lavora a un progetto di filiera

L'Op Etruria Royal Fruit, con sede legale a Grosseto, intende elaborare un progetto per incentivare, migliorare e promuovere le produzioni ortofrutticole toscane, favorendo così l'aggregazione delle aziende della filiera (produzione, sperimentazione, trasformazione, distribuzione , logistica, ecc.) nella fase della commercializzazione dei prodotti finiti verso il mercato, oggi troppo frammentata e disorganizzata in Toscana per rispondere alle richieste del mercato moderno e competere con le altre aree di produzione ortofrutticola in Italia ed in Europa.

Il progetto finale condiviso con i soggetti interessati potrà essere presentato dall'Op in qualità di capofila per partecipare al bando denominato "Pif Agroalimentare 2017" (emanato dalla Regione Toscana con Decreto n° 9741 del 30 giugno 2017 e pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione in data 19 luglio 2017).

Le linee di investimento prioritarie riguarderanno la creazione di serre tecnologiche per la coltivazione di pomodoro fuori suolo in impianti a ciclo chiuso con riutilizzo di acqua irrigua e nutrienti, realizzate in prossimità di centrali geotermiche, che forniranno il calore necessario al riscaldamento delle strutture, con notevole risparmio di costi ed assenza di utilizzo di combustibili fossili tradizionali: attività certificata enviroment friendly da enti ed istituti di ricerca pubblici e privati.

Altro filone di sviluppo sarà la trasformazione degli ortofrutticoli freschi, coltivati dalle aziende socie di Etruria Royal Fruit in prodotti ready-to-eat a base di macedonie, per fornire un prodotto-servizio toscano ai consumatori moderni e attenti alla provenienza geografica così come alla qualità intrinseca dei prodotti stessi, ottenuti unicamente da varietà particolarmente gustose, scelte grazie ad un percorso di selezione varietale e misurazione della biodiversità all'interno delle coltivazioni stesse tra le diverse aziende agricole, con il supporto del mondo scientifico ed accademico toscano che interverrà come partner e coordinatore di queste iniziative.

Sono invitati a fare richiesta di partecipazione al progetto le aziende agricole, le imprese di trasformazione, commercializzazione, i soggetti scientifici e di altra natura impegnati a vario titolo nella filiera ortofrutticola, a patto che decidano di condividerne gli obiettivi, per sviluppare la produzione di frutta e ortaggi toscani destinati al consumo fresco e migliorare la qualità offerta ai consumatori, attraverso i canali della distribuzione moderna ed organizzata.

Viene richiesto a tutti i soggetti interessati di sottoscrivere l'accordo di filiera, predisposto da Etruria Royal Fruit in qualità di capofila, che richiede l'adesione a socio per i produttori agricoli e l'obbligo di conferire per almeno tre anni la totalità dei prodotti ortofrutticoli coltivati, nel rispetto ed ai sensi del Reg. (Ue) n° 1308/2013, DM n° 9084/2014 e di tutte le norme che disciplinano le associazioni di produttori ortofrutticoli ed i loro soci, nell'ambito della normativa comunitaria, nazionale e regionale denominata Ocm ortofrutta.

Le aziende agricole e gli operatori interessati sono invitati all'incontro pubblico che si terrà mercoledì 13 settembre alle ore 17 negli uffici della Op in via Adda n° 129 a Grosseto, durante il quale saranno fornite ulteriori informazioni sul progetto stesso.

Le richieste di partecipazione si possono inviare entro la data del 30 settembre, compilando il form "Richiesta adesione PIF 2017" disponibile sul sito internet www.etruriaroyalfruit.it assieme alle informazioni sull'attività di Etruria Royal Fruit.


Altri articoli che potrebbero interessarti: