eventi
THINK FRESH
7 Settembre 2020
MACFRUT  DIGITAL
8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

venerdì 1 settembre 2017


Gli agrotecnici tornano a svolgere le attività catastali

E' entrata in vigore il 29 agosto la legge 124/2017 e sempre a partire da questa data l’Agenzia delle entrate-Direzione generale del Catasto, Cartografia e Pubblicita` immobiliare rende disponibili nel proprio sito (www.agenziaentrate.gov.it) le nuove release dei programmi Pregeo (catasto terreni, ex-catasto rurale) e Docfa (catasto fabbricati, ex-catasto urbano) opportunamente aggiornati per la predisposizione e la trasmissione telematica degli atti di aggiornamento catastale da parte degli iscritti nell’Albo degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati, che cosi` tornano a svolgere a pieno titolo le attivita` catastali (dopo due anni di “blocco” in cui questa possibilita` era stata sospesa per una improvvida formulazione normativa, od almeno ritenuta tale dalla Corte Costituzionale, contenuta nella legge 28 febbraio 2008 n. 31).

Gli iscritti nell’Albo degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati tornano a svolgere le attivita` catastali in quanto il legislatore, per rimediare al precedente “errore” normativo, ha provveduto ad approvare nella legge n. 124/2017 (all’art. 1 comma 151) una disposizione avente natura di interpretazione autentica, che recita: “Il comma 96 dell’articolo 145 della legge 23 dicembre 2000, n. 388, si interpreta nel senso che gli atti catastali, sia urbani che rurali, possono essere redatti e sottoscritti anche dai soggetti in possesso del titolo di cui alla legge 6 giugno 1986, n. 251”, cosi` chiarendo in via definitiva gli ambiti professionali degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati, che possono adesso tornare a svolgere pacificamente le attivita` catastali loro proprie (gia` svolte, senza contestazione alcuna, nei quindici anni precedenti).

Fonte: Ufficio stampa Collegio nazionale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: