eventi
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

mercoledì 30 agosto 2017


Certificazione etica Sa 8000 per Agribologna e Conor

Il Consorzio Agribologna e Conor hanno ottenuto la SA 8000, l'importante certificazione etica dedicata alla responsabilità sociale di impresa, lo standard internazionale elaborato nel 1997 dall'ente americano Sai che contiene nove requisiti sociali orientati all'incremento della capacità competitiva delle aziende e organizzazioni che volontariamente forniscono garanzia di eticità della propria filiera produttiva e del proprio ciclo produttivo.

La certificazione è stata ottenuta dal Consorzio sia per le proprie strutture produttive nella sede operativa in Via delle Viti a Bologna, sia per lo stabilimento di produzione della IV gamma a Castel San Pietro (Bologna).

Per Conor la certificazione si estende oltre alla struttura operativa in Via delle Viti e in Via Canali a Bologna, anche alle società ubicate a Pievesestina (Cesena) e a Lozza (Varese).

Tale garanzia si esplica nella valutazione di conformità del sistema di responsabilità sociale attuato da Agribologna e Conor ai requisiti della norma SA8000 visibile attraverso la certificazione rilasciata da una terza parte indipendente.

Intorno alla responsabilità sociale d'impresa si stanno realizzando nuove dinamiche economiche che interessano la competizione sia su scala globale che su quella locale, in quanto è il primo standard internazionale che misura il grado etico e la responsabilità sociale di un'azienda.

Questo importante riconoscimento giunge dopo le certificazione ottenute per ISO 9001:2008, IFS e BRC, Certificazione Bio, Global Gap, OHSAS 18001 e conclude un ciclo progettuale del Consorzio teso a dare al mercato tutte le garanzie in materia di qualità, sicurezza e responsabilità sociale.

Fonte: Ufficio stampa Agribologna


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: