eventi
FRUIT LOGISTICA
Berlino
6-8 Febbraio 2019
BIOFACH 2019
Norimberga
13-16 Febbraio 2019
CIBUS CONNECT
Parma
10-11 Aprile 2019
MACFRUT 2019
Rimini
8-10 Maggio 2019

leggi tutto

mercoledì 5 luglio 2017


Ecco come evitare scottature alle piante

Con l'arrivo dell'estate le piante – sia le specie frutticole che quelle orticole – possono essere soggette allo stress termico: il grande caldo, come quello delle ultime settimane, unito alla siccità può provocare scottature che ne inficiano la vitalità e compromettono l'aspetto del frutto o dell'ortaggio.



“Ma la perfezione estetica delle produzioni ortofrutticole è un fattore determinante della qualità e influenza la commercializzazione dei prodotti”, fa notare Franco Vitali, responsabile tecnico-agronomico di Biolchim Spa, azienda di riferimento nella produzione e nella commercializzazione di biostimolanti.

E per migliorare l'estetica e proteggere i frutti durante il grande caldo, l'impresa bolognese ha sviluppato Gold Dry. “E' un prodotto che, in modo del tutto naturale e in assenza di residui, migliora le caratteristiche estetiche dei frutti e nei periodi più soleggiati li proteggee dalle scottature dovute a un'eccessiva radiazione solare. Questo è molto importante, perché il mercato e i consumatori sono sempre più orientati ad acquistare frutta e verdura esteticamente impeccabile, dall'aspetto molto più attraente e invitante”.



L'azione protettiva di Gold Dry si basa sul contenuto di biossido di silicio, che forma una pellicola non abrasiva sulle piante. A seconda dell'epoca di trattamento, del dosaggio e della specie, l'utilizzo di questo prodotto Biolchim può prevenire la rugginosità, le scottature solari e ridurre le ovideposizioni di insetti fitofagi sui frutti.

“Gold Dry non esercita solamente una funzione protettiva, contribuendo al miglioramento estetico dei frutti – riprende Vitali – ma gioca anche un ruolo importante sotto il profilo nutrizionale, prevenendo le microcarenze. Questo grazie al contenuto di boro, manganese e zinco. Essendo poi costituito da materie prime di origine naturali è un prodotto ammesso in agricoltura biologica”.

Questa miscela di caolino e microelementi si applica per via fogliare. Grazie alla sua formulazione in polvere micronizzata non porosa, non espandibile e facilmente disperdibile in acqua, presenta ottime proprietà riflettenti e filmanti. “Inoltre il prodotto consente un'alta flessibilità d'impiego poiché ha un basso impatto ambientale, non lascia residui, non è vincolato dai tempi di carenza e, come detto, è consentito in biologico”, aggiunge il responsabile tecnico-agronomico di Biolchim. “Gold Dry agisce secondo il principio delle particle film technology, ben riconosciuta in molti altri settori, ma applicata solo di recente in agricoltura”.



Biolchim spiega che sulle pomacee, una bassa dose di Gold Dry previene la rugginosità e migliora l'aspetto dei frutti attraverso la formazione di uno strato protettivo e rinforzante sulla cuticola. Nelle colture industriali e orticole, invece, dosaggi leggermente superiori agiscono nella prevenzione delle scottature, in quanto lo strato riflettente che si forma sui frutti scherma la radiazione solare e ne riduce la temperatura. Su tutte le colture, comprese le frutticole in allevamento e le orticole in post trapianto, Gold Dry favorisce il superamento dello stress dovuto alle alte temperature, proteggendo la foglia dalle ustioni e nutrendo la pianta. Infine, nei fruttiferi e negli oliveti, trova un utilizzo innovativo: attraverso la formazione di una pellicola uniforme sull'intera pianta, scoraggia l'ovideposizione degli insetti fitofagi che incontrano un ostacolo fisico alla penetrazione dell'ovopositore.





Per quanto riguarda le modalità di impiego, Gold Dry è utilizzabile durante tutto il ciclo di coltivazione attraverso le normali attrezzature impiegata nella difesa. Essendo il principio attivo micronizzato, è compatibile con tutte le tipologie di atomizzatori ed è miscelabile con i comuni fitofarmaci. “Si sconsiglia la miscelazione con oli minerali e poltiglie bordolesi non tamponate e alle miscele deve essere aggiunto come primo componente – conclude Vitali – Per massimizzare l'efficacia è bene mantenere la soluzione in agitazione ed effettuare una bagnatura uniforme e accurata”.

Copyright 2017 Italiafruit News


Maicol Mercuriali
Editor - Social Media Manager
maicol@italiafruit.net

Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: