eventi
CIBUS
Parma 
1-4 Settembre 2020  
MACFRUT 
Rimini
8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

giovedì 2 marzo 2017


Aromivivi, basilico e prezzemolo sempre a portata di mano

Si chiama Aromivivi il nuovo prodotto dell'azienda agricola Ricci Siro & Figli. L'impresa di Anzio (Roma) lo sta presentando in questi giorni alle catene della Grande distribuzione organizzata (Gdo) e lo si potrà trovare in commercio entro la fine del mese.

“Aromivivi è un prodotto che si va a posizionare tra il bouquet e il classico vasetto – spiega a Italiafruit News Siro Ricci, titolare dell'azienda – E' la nostra nuova linea di aromatiche in cubetto per l'utilizzo in cucina e per il trapianto. Mettiamo in coltivazione fuori suolo tre ciuffi di aromatiche pregerminate, poi quando raggiungono una certa maturità li riponiamo in un trasportino in cartone stampato. Il prodotto è versatile, perché può essere trapiantato in un vaso in casa o nel giardino, oppure posizionato così com'è in cucina, sopra un piattino con un po' di acqua, utilizzandolo ogni qual volta ce ne sia il bisogno”.

Nella fase di test verranno proposte le due principali referenze: basilico e prezzemolo. “Ma l'idea è di inserire anche salvia, rosmarino e menta – aggiunge Ricci – Poi col vivaista stiamo lavorando a un cubetto con tre aromatiche diverse; per esempio un misto salvia, rosmarino e prezzemolo. Proponiamo Aromivivi sia alla Gdo che al canale Horeca. Dopo aver inviato le prime campionature abbiamo riscontrato parecchio interesse”.



L'azienda agricola Ricci Siro sta poi testando un nuovo packaging salva freschezza. “E' un materiale molto luminoso, questo tipo di confezione ci permette di conservare il prodotto per un periodo maggiore – conclude l'imprenditore – parliamo di una shelf-life di tre o quattro giorni in più grazie alla speciale chiusura di cui dispone”.

Copyright 2017 Italiafruit News


Maicol Mercuriali
Editor - Social Media Manager
maicol@italiafruit.net

Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: