eventi
MEDFEL
Perpignan (Francia)
25-27 Aprile 2017
FRESKON
Salonicco (Grecia)
27-29 Aprile 2017
FRESH PRODUCE INDIA
Mumbai
27-28 Aprile 2017
FRUIT&VEG INNOVATION
Milano
8-11 Maggio 2017
MACFRUT 2017
Rimini
10-12 Maggio 2017
THINK FRESH - LA FILIERA SI INCONTRA
Firenze
21 Giugno 2017

leggi tutto

mercoledì 11 gennaio 2017


Gdo, boccata d'ossigeno dalle festività di fine anno

Grazie al buon andamento delle vendite durante le festività, la distribuzione moderna è riuscita a contenere la perdita del 2016 all'1,23%. Lo sottolinea l'ultimo studio di Osserva Italia, il rapporto sui consumi di Affari & Finanza in collaborazione con Conad e Nielsen, pubblicato da www.repubblica.it.

Nella settimana dal 26 dicembre al 1 gennaio il calo è stato dell'11,86% ma, come avvenuto nella precedente, il dato è falsato da un effetto calendario. Per capire come sono andate veramente le vendite durante le feste - si legge su Repubblica - è necessario leggere il dato combinato, che risulta essere positivo. Non è invece riuscito a recuperare tutto il terreno perduto nella prima parte il mese di dicembre che chiude con un calo dello 0,46%.

Nei sette giorni in esame il Sud ha lasciato per strada il 9,10%, seguito dal Nord-ovest (-11,86%); il Nord-est e il Centro hanno invece perso rispettivamente il 12,61% e il 12,59%.
Dal 1 gennaio il bilancio è il seguente: Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia hanno fatto registrare un fatturato dell'1,06% inferiore rispetto al 2015; subito dietro ci sono Emilia Romagna, Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia (-1,08%) che si sono viste sfilare il primo posto negli ultimi sette giorni dell'anno; Valle d'Aosta, Piemonte, Liguria e Lombardia hanno perso l'1,20% delle vendite e Toscana, Marche, Umbria, Lazio e Sardegna l'1,49%.

Tutte e quattro le macro-aree devono quindi fare i conti con una perdita superiore al punto percentuale anche se, tenendo conto delle aperture e delle chiusure dei punti vendita, il bilancio risulta essere quasi invariato.



Fonte: Repubblica.it


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: