eventi
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

lunedì 31 ottobre 2016


Agli italiani piace sempre di più l'esotico

Gli italiani apprezzano sempre più le referenze esotiche - come mango e avocado - mentre la nuova campagna agrumi è partita con il piede giusto. L'analisi è di Daniele Campagnaro, general manager di Agricola Lusia, che con Italiafruit News affronta i temi della nuova stagione e le linee di sviluppo della sua azienda.
"I consumi di esotico sono in crescita - sottolinea l'imprenditore - trainati da mango e avocado; grandi performance anche per lo zenzero, che ha raggiunto volumi inimmaginabili fino a qualche anno fa, e crescente interesse per la curcuma".

Agricola Lusia nasce nel 2002 a Lusia (Rovigo), per rispondere in modo dinamico e attento alle esigenze della Gdo. Si specializza nell’importazione di agrumi sia oltremare - soprattutto da Sudafrica, Uruguay e Argentina - sia da Paesi europei e del bacino del Mediterraneo, in particolare Cipro e Spagna. Quest'anno, poi, la grande novità: il lancio del marchio Gioia, nato dall'esigenza di creare un "brand ombrello" dell'azienda Agricola Lusia, che veicolasse la visione ispiratrice del fondatore Daniele Campagnaro: attraverso materie prime attentamente selezionate in tutto il mondo - è la filosofia dell'imprenditore - è possibile migliorare lo stile di vita dei consumatori, diffondendo valori positivi, regalando momenti di benessere e di autentica... gioia.



"Le caratteristiche principali dell’azienda sono velocità e flessibilità, con una particolare attenzione alla comunicazione ed all’innovazione, che consentono ad Agricola Lusia di porsi sul mercato, sia b2b che b2c, in maniera distintiva e qualificata", osserva Campagnaro. "Il core business dell’azienda è rappresentato dagli agrumi, ma la sua proposta comprende anche frutta fresca, secca e disidratata ed esotica, e non mancano referenze quali porri, zucche e cavoletti di Bruxelles; con il brand Gioia, inoltre, verranno presto commercializzate frutta secca e disidratata, barrette energetiche e arance".

Con la campagna agrumicola italiana ai nastri di partenza, quali sono i vostri riscontri? "In riferimento alle arance i primi dati di vendita in Italia hanno dimostrato una certa carenza di prodotto, i cui prezzi vengono segnalati al rialzo. Per i limoni le quotazioni di partenza risultano buone. Per quanto riguarda la scorsa stagione, che per Agricola Lusia è stata molto soddisfacente, le quotazioni erano partite già alte, per arrivare a luglio e agosto a livelli mai raggiunti in precedenza, registrando un significativo crollo a settembre, a causa anche di azioni sconsiderate da parte di operatori esteri".



Infine Campagnaro parla dell'ampliamento delle referenze. "Nel futuro il paniere dei prodotti con il brand Gioia sarà destinato ad ampliarsi con altre referenze ed è stato elaborato uno specifico business plan per l’internazionalizzazione di Agricola Lusia, per affermare l’italianità, con l’obiettivo di essere presenti nei maggiori mercati europei e nordamericani con nuovi prodotti studiati ad hoc".

Copyright 2016 Italiafruit News


Maicol Mercuriali
Editor - Social Media Manager
maicol@italiafruit.net

Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: