eventi
THINK FRESH
7 Settembre 2020
MACFRUT  DIGITAL
8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

lunedì 29 febbraio 2016


Agrumi, la filiera bio-etica di Goel fa la differenza

“Goel è una comunità di riscatto che opera per il cambiamento in Calabria, non solo opponendosi alla ’ndrangheta ma, soprattutto, costruendo alternative. Come Goel Bio, che associa una trentina di aziende agricole della Locride e della Piana di Gioia Tauro. Attraverso la nostra filiera etica riconosciamo un prezzo equo ai produttori, condizione necessaria affinché possano rispettare i diritti dei lavoratori. E li aiutiamo a vincere sul mercato, con la distribuzione di agrumi, marmellate e olio ai gruppi d’acquisto solidale, nelle Botteghe del Mondo con Solidale Italiano Altromercato, nei negozi bio con EcorNaturaSì”. E' quanto racconta a Tutto Bio 2016 Vincenzo Linarello, presidente del gruppo cooperativo calabrese. Una delle 14 case-history della ventiduesima edizione dell'annuario del biologico.

Non un semplice metodo di produzione, ma un “valore che chiama altri valori”, come spiegano nella introduzione gli autori, Rosa Maria Bertino e Achille Mingozzi. Un libro che quest’anno raccoglie i dati aggiornati di oltre 10.800 attività in Italia, organizzati in sette sezioni.

“Le arance – continua Linarello - sono pagate ai produttori da 5 a 10 centesimi il chilo. Il grossista le compra sull’albero, facendo una sua stima. Se a fine campagna avrà venduto solo 5 ettari su 10, è il contadino che ci rimette. E il pagamento arriva dopo sei mesi o addirittura un anno. Un mercato che lottizza i produttori e scarica su di loro tutto il rischio, che alimenta la piaga del lavoro nero e dello sfruttamento”.

“Goel Bio invece riconosce ai produttori soci un prezzo di 40 centesimi il chilo, prezzo stabilito insieme a loro perché abbiano un giusto guadagno e siano in grado di pagare in modo equo i lavoratori. È questo il primo passo per sottrarli dalla morsa della ‘ndrangheta. Il secondo è vincere insieme sul mercato, grazie alla forza di un marchio che racchiude tutti questi valori”.

Ma non finisce qui, dalle terre di Camporeale alla Piana di Gioia Tauro, dal cuore di Milano al centro di Bologna, dalle colline del Molise a quelle marchigiane, nelle 14 storie si parla di spesa a domicilio, agricoltura sociale, cuochi e agricoltori nell’orto sinergico, addio al pizzo e altro ancora.

“In questo Tutto Bio – conclude Bertino – abbiamo messo in evidenza i megatrend che stanno guidando l’acquisto. Perché oggi i consumatori oltre al biologico cercano altri valori, come l’equosolidale, l’etica e la legalità”.

Tutto Bio 2016 si trova nelle principali librerie online, nelle più importanti catene librarie e nei negozi di alimenti bio. Per saperne di più: http://goo.gl/Es3ErQ

Copyright 2016 Italiafruit News


a cura della Redazione

Altri articoli che potrebbero interessarti: