eventi
FRUIT ATTRACTION 2020
Online
1-31 Ottobre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

MACFRUT 2021
Rimini
4-6 Maggio 2021

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 
FRUIT LOGISTICA
Berlino & Online
18-20 Maggio 2021

TUTTOFOOD
Milano 
17-20 Maggio 2021
MACFRUT DIGITAL 
Online
28-30 Settembre 2021 

leggi tutto

martedì 17 marzo 2015


Jats Taccola: in Giappone impazza la cola all'aglio

Jats Taccola è una nuova bevanda prodotta in Giappone. Si tratta di un mix tra cola e polvere di aglio. I giapponesi sembrano andare matti per questo bulbo perchè, in commercio, esistono altri prodotti simili come i cioccolatini e la birra. Pure in Romania stanno pensando a creare un'analoga "Jats Taccola" ma ancora non si hanno notizie certe. In Giappone, invece, questa cola è stata messa in vendita agli inizi di gennaio.

Secondo l'azienda produttice, la Takko Shojim, "Jats Taccola ringiovanisce ed è un toccasana per il cuore". Questa particolare bevanda viene prodotta nella prefettura di Aomori, detta anche la capitale dell'aglio del Sol Levante, mentre il centro della coltivazione è la città di Takko, dal quale prende il nome la bibita. Per poterla realizzare l'intento non era solo quello di abbattere l'odore pungente ma di accostare la cola con l'aglio perchè questo alimento trova difficili impieghi nelle pietanze.
 
Il costo di ogni singola bottiglia è di 199 yen ossia 1,5 euro. La stessa azienda che ha prodotto la cola aveva realizzato, circa un anno fa, i Black Power ossia cioccolatini aromatizzati con aglio biologico. Il loro gusto è simile alle prugne secche e il costo di una scatolina è di 600 yen cioè 4,5 euro.
 
Oltre ai cioccolatini esiste pure la birra scura il cui valore è di 30 yen, circa meno di un euro. Il suo sapore è un po' piccante ma ai giapponesi piace molto.

In un altro Stato del mondo, in California, si tiene ,ogni anno, una festa che ha per oggetto questo bulbo. Si tratta della "Gourmet Alley" una sorta di enorme cucina all'aperto dove sono preparati piatti, che vanno dall'antipasto ai panini, a base di aglio. Essa è fonte di attrazione per molti turisti al punto tale che l'anno scorso hanno sfiorato gli 80 mila.
 
Fonte: www.sognandoinsieme.it


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: