eventi
TSW 2020
Varsavia (Polonia)
15-16 Gennaio 2020

FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

martedì 10 giugno 2014


Adotta una pianta: ecco l'agricoltore 2.0

Se l'obiettivo è quello di offrire un servizio che avvicini il consumatore alla campagna ed ai suoi frutti, valorizzando al contempo l'operato di agricoltori certificati, l'iniziativa di Biorfarm ha centrato il punto.
Nel cuore della Calabria è nata l'idea di creare un servizio interamente 2.0 che permetta a chiunque lo desideri ma non ne abbia la possibilità di "avere uno spazio verde nel mondo" e poterne gustare i frutti rigorosamente biologici.

Desideri di produttori e consumatori

Da un lato aziende agricole gestite da coltivatori desiderosi di far apprezzare al pubblico il proprio lavoro, dall'altro i trend dei farmers market e del biologico e consumatori sempre più attenti alla qualità dei prodotti scelti. Ad unire tendenze antiche e moderne ha pensato un gruppo di giovani tutti under 30, che ha utilizzato la moderna tecnologia per creare una via diversa volta ad "avvicinare l'agricoltore di qualità al consumatore finale".
È nato così ai primi di Giugno Biorfarm, un portale web semplice ed intuitivo che dona all'utente la possibilità di adottare una pianta di agrumi, seguirne la crescita e la raccolta ed infine gustarne i frutti direttamente a casa propria, in qualunque parte d'Italia si trovi.



Come adottare la pianta

Il sito invita a scegliere tra una albero di arance naveline, clementine o limoni, a dargli un nome, individuarne la posizione preferita e procedere semplicemente all'adozione, con una spesa tutt'altro che proibitiva. Tramite questo processo è garantito l'accesso al "giardino" virtuale, la sezione nella quale si può seguire l'evoluzione dei frutti. Arrivati al periodo di giusta maturazione, è possibile partecipare personalmente alla raccolta, e dopo di essa in sole 24/48 ore si ricevono gli agrumi direttamente presso la propria abitazione.
Per fugare ogni dubbio e dare radici concrete al processo virtuale, il sito presenta l'azienda sita a Rossano (CS) con la quale il progetto ha avuto inizio, alla quale si potranno affiancare in futuro altri produttori. Offre inoltre la possibilità di porre domande direttamente a Peppino, l'agricoltore che si prenderà cura giornalmente degli alberi di Biorfarm.

L'agricoltore 2.0

E così il consumatore diventa agricoltore 2.0. Con pochi click sul sito, e se lo desidera il supporto dei più diffusi social network, può seguire la cura e la crescita dei prodotti ortofrutticoli. La filosofia sottesa al progetto è infatti quella di "dare l'opportunità a chiunque viva in città di assaporare la gioia della campagna, di diventare virtualmente agricoltore".
Possibile spunto per una nuova strada di commercializzazione per gli agricoltori "veri", l'iniziativa sembra anche una via per far riapprezzare in generale la coltivazione frutticola di qualità. Dopotutto, non è forse difficile interessarsi a ciò che non si conosce?


Copyright 2014 Italiafruit News


Vanessa Niemants
Marketing Specialist

Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: