eventi
FRUIT ATTRACTION 2020
Online
1-31 Ottobre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

MACFRUT 2021
Rimini
4-6 Maggio 2021

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 
FRUIT LOGISTICA
Berlino & Online
18-20 Maggio 2021

TUTTOFOOD
Milano 
17-20 Maggio 2021
MACFRUT DIGITAL 
Online
28-30 Settembre 2021 

leggi tutto

Eugenio Xeda nematodi venerdì 18 settembre 2020


Lotta ai nematodi, una soluzione naturale e integrabile

Le applicazioni di Eugenio, il nuovo nematocida naturale di Xeda Italia, stanno dando risultati interessanti nella coltivazione di ortaggi in serra. In particolare i produttori di pomodoro biologico, che hanno inserito questo formulato a base di olio di garofano nella loro strategia di difesa integrata, hanno messo sotto scacco i nematodi.

"I tecnici di alcune delle più importanti aziende bio d'Italia hanno comprovato la velocità d'azione e l'effetto stimolante di Eugenio - rimarca Andrea Bosi, country manager di Xeda Italia - Dalla Sicilia al Veneto l'impiego del nostro nematocida naturale innovativo ha aiutato i produttori nel tenere sotto controllo questi parassiti, conciliando il mantenimento di una ottima efficacia con l'assoluto rispetto per l’ambiente e la possibilità di integrazione con i nematocidi tradizionali ancora utilizzabili".



Ma scendiamo nel dettaglio e cerchiamo di capire il funzionamento del nuovo formulato di Xeda. Dell'olio di chiodi di garofano viene sfruttata la spiccata azione di contatto sia nei confronti delle uova che delle forme mobili dei nematodi fitoparassiti, tanto appartenenti a specie galligene (gen. Meloidogyne) che ad altri generi. Eugenio agisce principalmente nei confronti delle uova, dove, interferendo sulla normale embriogenesi, riduce drasticamente il tasso di schiusura delle larve. Fondamentale risulta anche l’azione nematostatica nei confronti delle larve che, una volta a contatto con il prodotto, perdono la loro motilità e quindi la capacità di associarsi alle radici delle piante e proseguire nel loro ciclo vitale. In caso di “immobilità” prolungata, quindi, Eugenio può determinare anche la morte delle larve (azione nematocida).



In questo periodo di secondi trapianti per gli areali siciliani, il più classico impiego di Eugenio consiste nell’applicazione mediante manichetta in pre-trapianto alla dose medio-alta, seguita da trattamenti di mantenimento a partire dal superamento della crisi di trapianto, con cadenza di 10-14 giorni l’uno dall’altro. In questo modo, nel caso di una coltura a ciclo medio-breve come il pomodoro in serra, si possono ipotizzare dai quattro ai sei-sette interventi in un arco di tempo compreso tra pre-trapianto e primi stacchi. Questo per una strategia bio, ma la grande utilità del prodotto sta nell’integrato, dove permette un controllo costante dei nematodi durante tutto il ciclo e di sopperire alle limitazioni date da tempi di carenza e tossicità delle poche molecole chimiche efficaci rimaste sul mercato".

Eugenio è un nematocida naturale per applicazione del terreno in serra su pomodoro, melanzana, peperone, melone, anguria, zucca, zucchino e cetriolo (clicca qui per scaricare la brochure). E' importante che l’intervento sia effettuato quando le situazioni di stress nematologiche non hanno già compromesso in maniera forte lo stato vegetazionale delle colture. E’ fondamentale la prima applicazione in pre-trapianto in modo che il prodotto sia già presente nel terreno.

Copyright 2020 Italiafruit News


Maicol Mercuriali
Editor - Social Media Manager
maicol@italiafruit.net

Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: