eventi
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

lunedì 16 settembre 2019


La frutta estiva tiene ancora banco, prezzi bassi

"Andamento lento" nei Centri agroalimentari laziali. Ed è un trend che, tendenzialmente, interessa l'ingrosso in tutta la Penisola. “La ripresa, dopo il mese di agosto, è graduale - spiega dal Car di Roma il grossista Riccardo Pompei - vendiamo bene, in termini di volumi, la frutta estiva,  anche se ormai a fine campagna, con l’uva pugliese che la fa da padrona: ma anche qui, quantitativi consistenti, prezzi medio-bassi. Listini modesti per le drupacee, eccezion fatta per le specialità e le nicchie come le pesche di Leonforte. Tra alti e bassi gli ortaggi: spiccano solo alcune referenze come i fagioli. Lunedì nella capitale riaprono le scuole - conclude Pompei - e ci attendiamo un ritorno alla normalità”. 



Elio Paparello (foto sopra), grossista al Mof di Fondi conferma che il caldo continua ad alimentare le vendite dei prodotti estivi: “L’offerta di frutta è abbondante, i consumi sono stazionari e i prezzi poco brillanti; si nota un buon trend per le pere Coscia, per il resto poco da segnalare. C’è, viceversa, una certa carenza di ortaggi, in primis di insalate a foglia, tanto che il prodotto di qualità viene commercializzato a quotazioni soddisfacenti. Le città - conclude il grossista pontino - si stanno ripopolando ma l’impressione è che la tendenza a risparmiare sul cibo non sia cambiata”.

Le rilevazioni Italmercati-Unioncamere-Bmti di venerdì scorso mettono in luce un prolungamento della stagione dei meloni, l’aumento di consumi di cipolle, un’abbondante disponibilità di carote; prezzi al consumo convenienti per le principali referenze.

Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: