eventi
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

mercoledì 20 marzo 2019


Taclè, l'ibrido triploide che piace alla Gdo

Gli ibridi triploidi di agrumi, come ad esempio Taclè, Nova e Mandared, si stanno costruendo un loro segmento di mercato e sono quindi entrati a fare parte stabilmente degli assortimenti di alcune delle principali catene distributive italiane. Per comunicare queste novità al consumatore finale, Oranfrizer azienda leader nel settore agrumicolosceglie la strada del packaging.  

"Le confezioni devono dare personalità ai nuovi prodotti e facilitare l'identificazione delle loro caratteristiche chiave e dell'origine", dice a Italiafruit News Salvo Laudani, marketing manager, commentando il "vestito" che l'azienda siciliana ha cucito addosso a Taclè, un mandarino senza semi dalle dimensioni di un'arancia Tarocco e con una polpa in parte pigmentata. Le retine da 1,5 kg di Oranfrizer, che la nostra redazione ha acquistato all'Extracoop di Bologna il 5 marzo scorso (al prezzo di 2,80 euro), sono infatti esplicative e accattivanti a livello grafico. La campagna del prodotto è alle battute finali.

Oranfrizer, che coltiva Taclè su 100-150 ettari, indica la parola "Nuovo" nel fronte della confezione, proprio per comunicare il fatto che si tratta di una new entry. Una innovazione 100% italiana - come si può associare dalla bandiera tricolore - sviluppata negli anni Novanta dal Cra-Acm di Acireale. "Dall'incontro tra arancia Tarocco e clementine - si legge nel pack - nasce un frutto inimitabile".



La retina progettata da Oranfrizer cerca anche di rendere più chiare possibili l'origine siciliana e le qualità organolettiche. Sul retro del pack, a questo proposito, si può leggere: "Direttamente dalla Sicilia ecco il Taclè. Una primizia che dentro e fuori ha il meglio dei pregiati agrumi da cui proviene... Il Taclè al palato è vivace, il suo profumo è intenso, è facile da sbucciare e non ha semi. Le antocianine custodite nella polpa, oltre a creare delle particolari e naturali sfumature rosse, fanno del Taclè un ricco scrigno nutrizionale dal sapore unico".

"Il nostro packaging, colorato e distintivo, aiuta il consumatore a scegliere Taclè, uno degli ibridi triploidi più interessanti per il mercato - evidenzia ancora Laudani - Il genoma dell'arancia Tarocco Nucellare prevale su quello della clementina Monreal, pertanto le dimensioni del frutto risultano abbastanza pronunciate. La buccia è edibile e si può utilizzare in cucina".

Secondo i dati interni di Oranfrizer, la vendita di Taclè Nova nella campagna 2018/19 è incrementata del 30% rispetto alla stagione precedente. Un segnale che sottolinea come il mercato degli ibridi triploidi sia in fase di forte espansione



Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: