eventi
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

venerdì 25 gennaio 2019


Primizie del Metapontino, c'è ottimismo tra i produttori

Fragole e lamponi, le primizie del Metapontino hanno fatto il loro ingresso sul mercato e i primi volumi prodotti in Basilicata lasciano ben sperare per il prosieguo della campagna: da febbraio la disponibilità dovrebbe aumentare per poi arrivare ai mesi clou di marzo e aprile.
Le estensioni di fragole nel Metapontino si attestano a circa mille ettari per una produzione stimata di 450mia quintali e un valore di circa 120 milioni di euro. Il 95% della superficie fragolicola è destinata alla produzione di Sabrosa-Candonga.

In un ingrosso ortofrutticolo di Policoro abbiamo incontrato Giuseppe Stasi, presidente Cia di Matera e produttore ortofrutticolo. A Stasi abbiamo chiesto di fare il punto sulle previsioni delle vendite 2019.

Fragole Candonga

"Non è facile prevedere il valore di mercato per le nostre fragole primizie - spiega a Italiafruit - ma le prospettive sono positive, in quanto il nostro prodotto negli anni ha avuto riscontri importanti e ha ottenuto nel panorama internazionale una forte identificazione territoriale, che ha portato le fragole di Basilicata e tutte le primizie del Metapontino un valore aggiunto rispetto ad altri territori, sia in termini di gradimento che di valore economico. Inizieremo poi nella prima decade di aprile con la raccolta e commercializzazione delle prime pesche nettarine ed albicocche coltivate in struttura protetta".

Proseguendo il nostro cammino tra i giardini della Magna Grecia, ci siamo confrontati con un produttore molto giovane, Rudy Marranchelli, vice presidente nazionale Agia-Cia. Inevitabile, la domanda su come stia incidendo il clima sulle colture del Metapontino. "Viviamo la consapevolezza che il clima sta cambiando, inverni sempre più caldi con gelate improvvise - risponde - Anche la grandine, da fenomeno sporadico, è diventata un evento frequente nel Metapontino proprio mentre i frutti più sensibili, come pesche e albicocche, sono già formati se non addirittura prossimi alla raccolta. Non trascurabile poi la pericolosità delle gelate primaverili, ancora più pericolose soprattutto quando l'inverno caldo anticipa alcune colture. Le condizioni pedoclimatiche del Metapontino consentono alla fragola Sabrosa di acquisire qualità organolettiche uniche, che il club Candonga ha saputo valorizzare al punto che il prodotto è diventato l'emblema di una Basilicata rurale protagonista, con la fragola tra i frutti in prima linea nel pranzo della cerimonia di inaugurazione di Matera Capitale Europea della Cultura (clicca qui per leggere la notizia)".

Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: