eventi
FRUIT ATTRACTION 2020
Online
1-31 Ottobre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

MACFRUT 2021
Rimini
4-6 Maggio 2021

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 
FRUIT LOGISTICA
Berlino & Online
18-20 Maggio 2021

TUTTOFOOD
Milano 
17-20 Maggio 2021
MACFRUT DIGITAL 
Online
28-30 Settembre 2021 

leggi tutto

venerdì 5 ottobre 2018


Pesche e nettarine, i numeri della crisi in Gdo

I consumi per il reparto ortofrutta della Gdo ad agosto continuano a flettere e in effetti i primi dieci prodotti del mese hanno tutti volumi in perdita. Fanno eccezione le angurie che sfoggiano la performance migliore rilevata. Pesche e nettarine flettono 11 punti a volume e guardando l'andamento della campagna da inizio anno le cose non sembrano essere migliori (-13% a volume e -3% a valore). Queste le evidenze dell'analisi del Monitor Ortofrutta, in collaborazione con Iri (leader mondiale nelle informazioni di mercato per il largo consumo, il retail e lo shopper), per i supermercati e ipermercati della Penisola.



Come anticipato nell'ultima uscita (clicca per leggere «Ortofrutta in Gdo, un altro mese in perdita»), anche ad agosto le performance per il reparto ortofrutta della Gdo sono state insoddisfacenti, come nei mesi precedenti. Nonostante un miglioramento dei trend per le vendite a valore (+1%), i consumi riflettono un periodo difficile e il progressivo da gennaio lo conferma (-4% ad agosto e -3% nel progressivo gennaio-agosto). Venendo ai dettagli, si nota come ad agosto le due macro categorie frutta e verdura abbiamo entrambe grossi problemi di volumi (-4% la frutta e -5% la verdura), ma anche i prodotti servizio flettono (-1% a volume), nonostante sia la macro categoria che nell'anno ha avuto i minori sbalzi.



Tra le prime dieci famiglie di prodotto nel mese troviamo pesche e nettarine in prima posizione con i pomodori in seconda posizione. Per entrambi si nota una forte flessione dei volumi (rispettivamente -11% e -9%) ed un guadagno a valore (rispettivamente +6% e +1%). E' chiaro come questi due prodotti, che nel mese pesano per quasi un quinto di tutti i volumi, abbiano decisamente influenzato i trend complessivi. Alla terza posizione troviamo l'uva, ma agosto è stato un mese nero per questa famiglia di prodotto poiché perde 12 punti a volume e 11 a valore. Gli andamenti sono simili anche per le insalate. Viceversa le angurie vanno bene (+4% a volume e +9% a valore) registrando la migliore performance del ranking per il mese. Nel resto dei prodotti si notano, in linea generale, valori positivi ma volumi flettenti prima famiglia di prodotto fra tutti le mele che ad agosto perdono il 24% delle quantità vendute.



Dando uno sguardo ai primi dieci prodotti nell'anno da gennaio, troviamo trend altalenanti, ma in linea general volumi in flessione o timidamente positivi. Spiccano, però, le arance che, grazie ad una campagna lunga, hanno avuto un inizio 2018 molto positivo (+12% a volume). Se entriamo nel merito dei prodotti prettamente primaverili ed estivi troviamo in classifica solo pesche-nettarine e fragole. I trend, purtroppo, sono poco positivi con perdita di volumi e valori importanti, ma per fare il punto in modo più preciso su queste famiglie di prodotti (ovvero quelle prettamente primaverili-estive) faremo un focus dedicato nella prossima uscita.

Copyright 2018 Italiafruit News


Alfonso Bendi
Senior Marketing Specialist
alfonso@italiafruit.net

Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: